Elettrosmog, telefoni cellulari: attenzione ai bambini

maggio 8, 2014 | By | Reply Leggi tutti

bambini-rischi-cellulariUn abuso pericoloso. Comporta questo rischio il telefono cellulare, almeno secondo i pediatri.

Tra i sintomi negativi ci sarebbero perdita di concentrazione, difficoltà di apprendimento, aggressività.

Per questo secondo i pediatri i telefonini andrebbero vietati ai bambini sotto i 10 anni, perché l’uso “si sta trasformando sempre più in un abuso” e gli effetti nocivi delle onde elettromagnetiche per la salute “sono sempre più evidenti”.

A queste conclusioni è giunta la Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (SIPPS). “Ad oggi non conosciamo tutte le conseguenze legate all’uso dei cellulari – precisa Giuseppe Di Mauro, presidente della SIPPS – ma da un utilizzo eccessivo potrebbero scaturire una perdita di concentrazione e di memoria, oltre ad una minore capacità di apprendimento ed un aumento dell’aggressività e di disturbi del sonno“.

Un allarme giustificato anche dai numeri, non certo rassicuranti. “L’Italia – afferma Maria Grazia Sapia, pediatra, esperta di ambiente e bambino – si colloca al primo posto in Europa per numero di telefonini posseduti e l’età media dei possessori diminuisce sempre di più”.

Secondo i pediatri c’è anche un aspetto psicologico. “Insieme alle altre dipendenze che affliggono la nostra società e specialmente i giovani, quali droga, alcool e fumo, un posto predominante lo ha conquistato la dipendenza da telefonino, con danni gravissimi sullo sviluppo psichico e sociale”, secondo Sapia.

Servono quindi, per i pediatri, linee guida che ne vietino “totalmente l’uso prima dei 10 anni” e ne limitino l’uso dopo tale età.

Puoi approfondire su:

Blog.termedisirmione.com

mednat.org

Tag: , , ,

Categoria: Elettrosmog

Leave a Reply

È necessario essere loggato per inserire un commento.